Intro: tutti pazzi per i cibi sani

alimenti-saniPerché è importante mangiare sano è una domanda che tutti dovremmo porci. Mangiare sano è diventato oggi l’obiettivo di molte persone e sempre di più si stanno “convertendo” al cibo salutare.

Per darvi un’idea, la dieta americana standard (che può essere fatta anche da noi in Europa grazie ai tantissimi fast food presenti sul territorio) ha molti grassi saturi, oli parzialmente idrogenati, carboidrati raffinati e alimenti altamente trasformati. Questo si traduce in un incremento di peso e in un peggioramento globale e complessivo della salute del nostro corpo.

Questa dieta, in combinazione con uno stile di vita sedentario e con dei livelli significativi di stress (sempre in aumento) sono la principale colpa dell’aumento di peso e dell’incidenza delle malattie associate tanto che, oggi, un cittadino su 10 in Italia è a rischio obesità.

La “moda” a tavola degli ultimi anni sta seguendo una tendenza assolutamente interessante: cibi biologici, macrobiotici, a km 0, cucina vegetariana e vegana sono solo alcuni degli esempi che si possono fare.

Tra i vantaggi del biologico vediamo la possibilità di mangiare alimenti che non sono stati cresciuti con l’uso di pesticidi, di conseguenza è più sano (oltre che più saporito) e mantiene intatte tutte le caratteristiche fondamentali dell’alimento in sé (ci riferiamo in maniera specifica ai nutrienti come vitamine e sali minerali).

Inoltre previene il deposito di tossine nel corpo e velocizza il processo di guarigione. Su riza.it ci sono tutti i vantaggi del biologico.

La cucina macrobiotica è quella che si pone come obiettivo finale aiutare la persona a conoscere il cibo per poter vivere più a lungo ed in maniera più sana. Ad esempio, vengono esclusi tutti gli alimenti dannosi per il corpo, come gli zuccheri, mentre si preferiscono prodotti derivanti da coltivazioni biologiche. Su cure-naturali.it ci sono tutti i segreti del macrobiotico.

Si parla di cibi a km 0 per indicare quelli che sono acquistati direttamente dal produttore e che, dunque, prima di arrivare sulla tavola dei consumatori non hanno fatto viaggi di nessun tipo. La qualità di questi prodotti è migliore, sono più economici dato che non ci sono costi di intermediazione di nessun tipo (il calo è di almeno il 30%) e salvaguardiano l’ambiente grazie a dei packaging ridotti davvero all’essenziale (niente confezioni super-belle in grado di attirare l’occhio dell’acquirente tra i tanti prodotti sugli scaffali dei supermercati). Inoltre, vantaggio non indifferente, aiutano le comunità locali da un punto di vista economico.

Diete vegetariane e vegane sono una delle mode degli ultimi anni, tante persone stanno abbandonando il consumo di prodotti animali preferendo mangiare alimenti vegetali ritenuti più sani e ugualmente nutrienti.

Mangiare bene e stare in forma si può, il segreto per una vita lunga e sana è a portata di mano.